06 687191 [email protected]

Avete
rotto.

Patroni

Giorni liberati

Muri da abbattere

Magliette vendute

La campagna “io rompo”
si è conclusa

Il 14 maggio 2019 il manifesto esce in tutte le edicole con una prima pagina “murata”.

E’ l’inizio di una campagna di autofinanziamento straordinaria contro i tagli al sostegno al pluralismo decisi dal governo gialloverde.

Abbonarsi diventa un gioco: un grande muro da abbattere con diversi, allegri, strumenti (un aeroplanino di carta, una pianta, un cuore, un libro, etc.). I lettori diventano protagonisti in prima persona e sostengono il giornale non solo per se stessi ma per tutti: ogni mattone abbattuto corrisponde a circa  3 minuti di giornale on line gratuito e accessibile a tutti nel corso del 2020.

50 giorni del sito
ilmanifesto.it
gratuiti nel 2020

 

Più di 164.000 € raccolti.

L’informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, eretica, indipendente
e tagliente. Il giornale è autogestito dai giornalisti e poligrafici che ci lavorano ed è in edicola senza interruzioni dal 28 aprile 1971. Tutti i lavoratori ricevono lo stesso salario a parità di orario ed eleggono direttori e amministratori secondo il principio una testa, un voto. Siamo stati il primo quotidiano nazionale ad avere un sito internet nel 1994/1995. Il primo ad adottare i computer in redazione negli anni ’80. Il primo a scommettere sul “paywall” nel 2013.

L’informazione oggi è il bene più prezioso, e soprattutto quella libera non può essere rinchiusa dietro un muro di news a pagamento o nei calcoli top-secret degli algoritmi.

Un giornale per tutte e tutti

In più di 2.000 avete scelto di essere non solo “semplici” abbonati ma nostri “patroni”, scommettendo insieme a noi su un nuovo sito aperto, dove informarsi e incontrarsi.

Avete scelto un giornalismo che non ha padroni economici né padrini politici,
ma è sostenuto da una comunità di persone che si mettono in gioco in prima persona, che credono nella politica e nella cultura, nella libertà della Rete e nella circolarità dell’informazione.

Ora sta a noi corrispondere alle vostre aspettative e realizzare le prossime mosse.
Nelle prossime settimane ve le racconteremo sul giornale e sul sito principale, www.ilmanifesto.it.

L’importanza
di avervi con noi

Quel muro non siamo riusciti ad abbatterlo del tutto ma abbiamo aperto una breccia molto importante. Non si tratta solo di un sostegno economico ma soprattutto personale e sempre molto affettuoso e attento. E critico, quando serve.

Per dare a tutti la possibilità di leggere un’informazione critica, indipendente e di qualità resta ancora molto da fare.

Siamo alla vigilia del cinquantesimo anniversario della nostra storia: 1971-2021, mezzo secolo di vita insieme. La storia del manifesto non è solo parte della sinistra italiana ma è storia del paese.

Questa campagna è giunta alla fine ma già un’altra è in preparazione. E anche stavolta i protagonisti sarete voi. Per ora non possiamo svelarvi di più

Avete condiviso con noi preoccupazioni e speranze.
Ecco i vostri muri, che dobbiamo abbattere insieme:

In questa brevissima pausa tra le nostre battaglie ci prepariamo con coraggio al cinquantesimo anniversario del “manifesto”
e dobbiamo ancora una volta dirvi…